Sci AllAround

Ideali per i principianti ma anche per chi cerca un attrezzo tranquillo e comodo, gli allround sono facili ma mai banali.

I modelli allround sono adatti per la grande massa di sciatori occasionali, sono sci molto maneggevoli che si guidano con poca forza e perdonano anche più di un errore di guida.

In pratica gli attrezzi giusti per chi si avvicina con entusiasmo allo sci e non deve combattere per i centesimi di secondo e nemmeno condurre ogni curva con la precisione esasperata del professionista.

Lo sciatore allround alterna le curve condotte a quelle derapate, aiutato da sci tradizionalmente leggeri, che favoriscono le guida in curva grazie alla maneggevolezza, alla facilità di virata e alla possibilità di sciare senza un grande apporto di forza. In più garantiscono la giusta e necessaria sicurezza.

Comfort e facilità di curva sono le doti più importanti in assoluto.

Per affrontare una giornata sulle piste serve uno sci che si guida senza grande sforzo fisico, che gira facilmente e si conduce in modo armonioso e confortevole. È di secondaria importanza se la curva sia derapata, scivolata o condotta. Le situazioni sono diverse e bisogna potersi divertire sempre.

Adatti a chi?

Gli allround sono la prima scelta per principianti e sciatori con basi tecniche moderate o medie che ricercano la sciata tranquilla e piacevole.

Vanno bene anche per tutti coloro che non sciano a velocità elevata e non danno eccessiva importanza al gesto tecnico. Si adattano a tutte le condizioni di neve e di pendio.

Sci AllMountain

Gli Allmountain sono più versatili degli Allround perché validi anche fuoripista, grazie alla larghezza.

L’allmountain è sicuramente un attrezzo simile all’allround, anche se è più largo. È ideale, dunque, per sciatori che cercano fortuna anche fuori dalle piste battute. Certamente è possibile sciare anche in pista, ma i suoi punti forti sono senz’altro il fuori pista tracciato e in neve fresca.

La differenza con i modelli ”tradizionali” della pista è data dalla geometria molto più larga, che garantisce un migliore galleggiamento e controllo sui tracciati non battuti. Però Gli Allmountain evidenziano una buona tenuta e stabilità anche sulle pite dure e battute, in pista sui trovano a loro agio sui curvoni lunghi e meno nei cambi di spigolo stretti e dinamici.

Ecco perché non ci si deve stupire che siano il galleggiamento e la versatilità le 2 doti più importanti della categoria. L’ultimo traguardo è quello di creare uno sci che garantisce un’impostazione di curva sicura e dinamica su fondo duro in pista, ma soprattutto una guida stabile che perdoni gli errori su neve tracciata nel fuoripista.

Adatto a Chi?

Gli Allmountain sono gli accompagnatori ideali per una classica giornata in Montagna. Neve fresca o crostosa, ma anche una pista perfettamente lisca e battuta per disegnare curve condotte a tutte le velocità.

Ma per passare con la massima disinvoltura da una condizione all’altra è importante che tu sia uno sciatore progredito o, meglio ancora, esperto e con una solida tecnica di base che ti permette di affrontare con sicurezza i pendii e i tipi di neve più diversi.

sci alpino, Race GS e Race SL.

Se sei un atleta punteggiato, gli sci ideali per le gare sono i modelli da gigante e da slalom di Coppa del Mondo, a norma Fis.

Attrezzi estremamente performanti ma inutilizzabili dallo sciatore normale.

ln Italia, si sa, siamo tutti agonisti e molto competitivi a parole, ma poi, alla prova dei fatti... ln ogni sport, appena ce la caviamo, aspiriamo alle attrezzature migliori. Normale che, anche nello sci, l'italiano medio venga in negozio e cerchi lo sci di Peter Fill o di Mikaela Shiffrin.

Gli sci da gara, gigante e slalom a norma Fis, devono essere utilizzati

soltanto per le gare da chi è in grado di padroneggiarli.

Chi usa i race gs e i race sl probabilmente ha già da tempo fatto la sua scelta, ma abbiamo ritenuto interessante, anche per lo sciatore "della domenica", pubblicare questa rassegna.

ln tanti non arriveranno mai a guidare una Ferrari di Formula 1, ma è sicuramente interessante conoscerne le caratteristiche!

Adatto a chi?

Sei un atleta punteggiato? Fai spesso gare Fisi o Fis? Allora, tra le porte, il tuo sci è il race gs e il race SI, ma non hai bisogno di saperlo da noi..

Sci Freeride e Freestyle

Freeride e freestyle: 2 sci per chi preferisce neve fresca e park ai tracciati tradizionali

Cresce sempre di più la voglia di sciare in neve fresca, anche nel vecchio Continente. Certo, da noi le condizioni sono diverse dalle Montagne Rocciose, la Terra Promessa di ogni freerider che si rispetti, però il trend è sempre più diffuso non solo fra i giovani, ma anche nelle generazioni over 30.

Sciare fuoripista non vuol solo dire scendere lungo pendii vergini in neve nuova, ma anche in condizioni di neve tracciata e difficile. Per questo gli sci freeride devono garantire buone qualità di guida, sicurezza e stabilità anche nelle situazioni più complicate. Senza dimenticare la versatilità.

È evidente che i freeride, per le loro caratteristiche, sono adatti all'off-road, dunque confortevoli

in neve fresca, ma una volta abituati alla presa di spigolo un po' leziosa a causa della larghezza eccessiva dello sci, si riesce a condurre il raggio lungo con una certa disinvoltura, anche in pista, almeno con i modelli meno esasperati.

La sciancratura decisamente accentuata nella parte anteriore dello sci, concede una buona maneggevolezza, mentre la sciancratura più ridotta nella parte posteriore, dal centro sci alle code, conferisce stabilità in fase di chiusura di curva.

Ci sono anche i modelli "rocker". Si tratta di sci larghi a doppia punta, particolarmente rialzati

nella parte anteriore e posteriore, che nascono dall'esperienza delle tavole da surf, dagli sci nautici e dagli snowboard.

ln virtù del rialzo di punte-code, che non toccano mai la neve, nasce una tensione negativa o invertita

(in inglese "rocker") sullo sci che a sua volta produce un'ottima forza galleggiamento.

Per i neofiti del freeride si consigliano modelli con assetto piuttosto morbido e una larghezza del centro sci di 90-100 mm. Questi si sono più maneggevoli e facilitano l'impatto con il mondo off-road e permettono un veloce apprendimento in neve fresca.

É ormai consolidato il trend dello sci freestyle a doppia punta, il twin tip.

Si tratta di un attrezzo con qualità allround che, grazie alle punte rialzate, sia davanti che dietro, si dimostra molto maneggevole in tutte le situazioni, anche nei passaggi più stretti e complicati.

E in virtù della larghezza sviluppa una buona forza di galleggiamento anche a velocità moderata;

uno sci leggero e maneggevole in tutte le situazioni.

Facile da condurre anche all’indietro e che invita ai salti e alte acrobazie più diverse.

É importante anche notare la posizione degli attacchi.

Se sistemati centralmente si adattano alle acrobazie e ai “Trick” e lo sci gira in maniera fenomenale, se montati più indietro rispetto al centro attrezzo, diventano più stabili e conformi alle caratteristiche allround

e rendono questo sci adatto anche alle escursioni fuori dai park.

Ci sono sci Freestyle estremi e altri più versatili che possono essere una valida alternativa al Freeride.

Adatto a chi?

Vai a sciare solo quando nevica o appena dopo? Per te le piste battute sono noiose e troppo affollate? Allora il Freeride è lo sci giusto, considerando che, comunque, ogni tanto qualche metro sui tracciati bisogna pur farlo.

Lo sciatore freeride ha una buona tecnica di base, preferisce curve medie e ampie a velocità media e cerca prima di tutto che lo sci galleggi. Non disdegna qualche curva in pasta, ma passa più di metà del tempo off-road.

Se invece sei un alternativo anche in quota e vuoi un attrezzo dal look molto particolare, allora scegli un paio di sci Twin Tip.

Sci Junior

Per le prime sciate dei bambini è importante avere attrezzi facili e sicuri Ma anche l'occhio

vuole la sua parte, dal rosa stile Barbie al rosso Ferrari peri futuri Marcel Hirscher

Chi non ricorda il suo primo sci? Certo, oggi per le primissime curve conviene affittarlo e poi quando i più piccoli hanno acquisito minima confidenza con l'attrezzo (con gli sci moderni dopo poche lezioni) decidere per l’acquisto. Alcuni preferiscono rinviare comunque la scelta, perché i bimbi crescono velocemente. Quello che è sicuro, però, è che tutte le aziende producono sci Junior con tecniche di costruzione e materiali top. Si tratta di modelli prodotti in lunghezze piccole (talvolta lo stesso modello viene replicato con minime differenze anche nelle misure ragazzo) che facilitano l 'apprendimento e soprattutto la fase di curva; garantendo la necessaria sicurezza.

Se si guarda oltre le caratteristiche tecniche, però, il look dei “piccoli sci" è migliorato molto ora le bimbe hanno a disposizione sci rosa shocking e i piccoli sci rosso Ferrari o perfette repliche (nel design) dei modelli da gara.

Adatto a chi?

Per le prime sciate dei bambini, un attrezzo sicuro, comodo e... bello!

CHE TIPO DI SCIATORE SEI?

SCIATORE PRINCIPIANTE (e in fase di perfezionamento)

E’ lo sciatore che sta imparando a sciare o che ha imparato a sciare da poco tempo e vuole progredire.

Gli sci consigliati per questo tipo di sciatore sono, ALLROUND e ALL MOUNTAIN.

SCIATORE INTERMEDIO

Sciatore abbastanza sicuro, che affronta tutte le piste e i pendii più ripidi, ma che manifesta comunque qualche incertezza.

Gli sci consigliati per questo tipo di sciatore sono:

- ALLROUND

- ALL MOUNTAIN alte prestazioni fino a RACE CARVE.

SCIATORE ESPERTO / AVANZATO

Sciatore che sa sempre cosa fare sulla neve e nessun tracciato lo mette in difficoltà.

Gli sci consigliati per questo tipo di sciatore sono:

- Qualsiasi sci con elevate prestazioni.

AGONISTA

Sciatore che ama le sfide e ricerca ottime performance in piste difficili e ghiacciate.

Gli sci consigliati per questo tipo di sciatore sono:

- Sci RACE

LUNGHEZZA SCI

Solo l’esperienza può suggerirti quale misure di sci utilizzare, altezza, peso, sesso, specialità, tipo di neve sono alcuni dei fattori da considerare.

Noi in modo semplice con questa tabella abbiamo tentato di schematizzare il tutto.

Altezza sciatore (cm)

lunghezza sci suggerita (cm)

132

115-130

137

125-140

142

130-145

147

135-150

152

140-155

158

145-165

163

150-170

168

155-175

173

160-180

178

160-185

183

170-190

188

175-195

193

180-200

AIUTO ORIENTAMENTO SCELTA SCI

Corto: Facile sulle curve, meno stabile nei dritti.

In modo elementare definiamo uno sci corto, uno sci un po' più basso dello sciatore.

  • Consigliato ad uno sciatore leggero, o ad uno sciatore con un livello da principiante / intermedio.
  • Consigliato agli amanti dello slalom speciale.
  • Consigliato a chi predilige la conduzione con sci carving in pista.

Lungo: Sci solitamente veloce, adatto a sciatori agonisti esperti.

In modo elementare, definiamo uno sci lungo, uno sci un po' più alto dello sciatore.

  • Consigliato a sciatori pesanti e forti fisicamente.
  • Consigliato a sciatori che amano le alte velocità (slalom gigante)
  • Consigliato agli appassionati del freeride

Rocker: Facilissimi nelle curve, ottimo galleggiamento in neve mossa, consigliati un po' più lunghi dei modelli classici.

Carving: Sci adatti a chi ama tracciare cerchi perfetti sulle piste battute.

Scarponi sci alpino

Scarponi Race

Per chi vuole una trasmissione degli impulsi perfetta, per chi padroneggia in maniera magistrale la tecnica, questi modelli sono la scelta obbligata. Sono scarponi da gara, delle vere e proprie "macchine da guerra", di costruzione essenziale, le cui peculiarità sono la trasmissione immediata degli impulsi dello sciatore, la precisione, la tenuta laterale, per garantire prestazioni performanti anche alle alte velocità.

Per chi?

Agonisti e sciatori esperti, per le gare.

Scarponi Granturismo

Se cerchi una scarpa dalla buona tecnicità e dal buon comfort, un modello da calzare tutto il giorno ma allo stesso tempo preciso e performante, ecco che il gran turismo fa per te. Le parole d'ordine sono reattività e velocità di trasmissione egli impulsi, tenuta laterale e posteriore, buon alloggio del tallone, flex morbido e comodità. Si tratta di modelli adatti anche per sciatori di alto livello che non hanno velleità agonistiche.

Adatto a chi?

Sciatori di ottimo e buon livello, per sciate in campo libero con l’obbietivo della performance ma senza rinunciare al comfort.

Scarponi Turismo

Comfort e sicurezza. Nono queste le caratteristiche che lo scviatore turista chiede agli scarponi. Questi scarponi sono dedicati dunque a sciatori di livello tecnico discreto e/o in evoluzione e a principianti che possiedono caratteristiche costruttive che consentono una sciata confortevole e sicura. Non per questo sono meno sofisticati di modelli più tecnici, con leve ergonomiche, imbottiture in piumino o Primaloft e tutti quegli accorgimenti che possono trasformare una brutta giornata in una piacevole esperienza sulla neve.

Per chi?

Sciatori di livello discreto e in evoluzione, alla ricerca di un prodotto che facilita l'apprendimento e garantisce il necessario comfort.

Scarponi Freeride

Per lo sci fuoripista, ma anche per il park, ci vuole una scarpa che garantisce la rigidità dei migliori scarponi da discesa all'agilità di uno scarpone da alpinismo. Questo avviene con diversi accorgimenti, a partire dalla regolazione dell'inclinazione, all'utilizzo di suole antiscivolo o di suole intercambiabili sci alpino/sci alpinismo c he permettono di camminare sulla roccia senza

difficoltà quando si deve raggiungere la partenza di un fuoripista. In alcuni casi è compatibile anche con gli attacchi da sci alpinismo

Per chi?

Freerider che preferiscono la neve fresca a quella battuta ma non disdegnano qualche uscita pistaiola, Freestyler.

Scarponi Junior

Per i bambini e i ragazzi ci vuole una scarpa comoda e facile, ma allo stesso tempo non banale. Un modello che si adatti alla loro morfologia del piede, che magari abbia anche un certo “look”.

Adatto a chi?

Bambini e ragazzi